Rifugio Abetaia

Il Rifugio Ranuzzi-Segni “Abetaia” sorge a 930 m s.l.m. non distante dal centro di Castiglione dei Pepoli.

La struttura è di proprietà della “Pro Montibus et Sylvis”, sorta quale comitato emiliano della Associazione (poi Fondazione) Nazionale Pro Montibus, istituita a Torino nel 1898 dal Club Alpino Italiano. Il comitato  assume la denominazione “Pro Montibus et Sylvis” nel 1899 e la sede viene posta a Bologna.

Il primo evento significativo è, sempre nel 1899, la festa degli Alberi a Castiglione dei Pepoli che verrà ripetuta periodicamente fino agli anni ’70 del secolo scorso.

Nel 1966 abbiamo notizia della inaugurazione nell’abetaia Ranuzzi Segni, di un rifugio per escursionisti che verrà dedicato al Professor Alessandro Ghigi nel 1971.

E’ storia recente l’accordo fra la Pro Montibus et Sylvis ed il Comune di Castiglione dei Pepoli che, nel 2018 ottiene il comodato gratuito del Rifugio.

Con bando pubblico la gestione, per i primi cinque anni, viene assegnata alla Sezione CAI “M.Fantin” di Bologna presente sul nostro territorio con la Sottosezione “R.Venturi” di Castiglione dei Pepoli ed il gruppo dei giovani, i Folletti di Montagna, si occupa ora della sua cura e gestione.

Il Rifugio si trova a metà strada nella nuova Via della Lana e della Seta (www.viadellalanaedellaseta.com) e, proprio per questa sua posizione assume un ruolo di particolare rilievo.

Precisiamo che negli ultimi anni il nome del Rifugio era stato modificato impropriamente in “Abetina” ed abbiamo voluto restituire il nome col quale è conosciuto da sempre: “Abetaia” .

Benvenuti a tutti a nome della nostra Sottosezione CAI e dei Folletti di Montagna.